Ludovico Rajata

Formazione dell'Operatore Teatrale/Organizzazione e Obblighi di Palcoscenico

Ludovico Rajata

Laureato con lode e menzione in Scienze multimediali per Spettacolo presso l’Università di Palermo, dove aveva già conseguito la laurea in Scienze e Tecnologie per lo Spettacolo, ha al suo attivo diverse pubblicazioni e partecipazioni a convegni e dal 2017 è professore a contratto di Organizzazione dello spettacolo presso il DAMS dell’Università di Palermo.

Dal 1998 è direttore di scena presso la Fondazione Teatro Massimo, anche in occasione delle tournées in Giappone, Finlandia e Oman, e nel periodo 2011-2013 ha ricoperto il ruolo di Vice Direttore Allestimenti scenici e Responsabile produzioni multimediali. Dal 2021 è anche regista assistente della Fondazione.

Tra gli impegni cinematografici e televisivi, è stato secondo regista per Rai International di Hansel e Gretel di Humperdinck, regia Marco Mattolini e diretta da Walter Attanasi in collaborazione con EOSS; aiuto regista di Ugo Gregoretti per Una Favola per Caso per Rai3; direttore di produzione per Palermo sussurra di Wolf Gaudlitz (1998); ha collaborato con Roberta Torre (Sud Side Story e Tano da morire) e alla serie televisiva La piovra 5 e 6.

Ha vinto diversi premi, tra cui Teatro Danza Mediterranea 1998 per regia e drammaturgia con Rosso Mediterraneo e il concorso Sessanta secondi senza vergogna 1997 con il corto Si guarda ma non ci tocca.

Nel 2020 ha curato per la Fondazione Teatro Massimo la mise en espace del Concerto di San Silvestro e al Teatro di Verdura del concerto Massimo Kids Orchestra – Coro di voci bianche con Roberto Lipari e di Cavalleria rusticana con Roberto Alagna e Aleksandra Kurzak. Ha curato la regia per le dirette televisive dal Teatro Bellini di Catania per diverse edizioni di Cronache di gusto.Nel 2021 ha coordinato il progetto visivo di Pierino e il lupo con Gabriele Lavia al Politeama Garibaldi di Palermo per la stagione in streaming della FOSS e la mise en espace di Ernani e di Lucia di Lammermoor al Teatro Massimo.